Unindustria presenta alla Pisana la “Città più bella del mondo”

Presentata questa mattina alla il Masterplan di Unindustria per portare Roma tra le venti Capitali mondiali, con obiettivi al 2030 e al 2050.

Mobilità a impatto zero, abbattimento della disoccupazione giovanile, incremento del turismo e dell’innovazione. La bozza di Masterplan targata Unindustria per portare Roma tra le venti Capitali mondiali, con obiettivi al 2030 e al 2050, approda oggi in commissione Sviluppo economico della Regione Lazio. Ad illustrarla ai commissari e all’assessore di riferimento, Gian Paolo Manzella e il presidente Unindustria, Filippo Tortoriello.

NON E’ UNA CORSA AI 100 METRI

Siamo in ritardo, molte altre citta’ si sono dotate di un Masterplan– avverte il numero uno di Unindustriama questa non è una corsa ai 100 metri, l’importante è partire. Ogni città si è data uno slogan- aggiunge- noi abbiamo scelto ‘La citta’ piu’ bella del mondo'”.
Non solo sul piano estetico ma per la capacità di avere una attrattiva internazionale, di essere dinamica e a impatto zero. Questa la tesi di Unindustria. Roma, secondo Tortoriello è già il primo polo universitario, è seconda per start up e aerospazio, prima per arrivi turistici e sistemi ricettivi. Prima per tutela salute e benessere.
Ma bisogna individuare una progettualità e anche eliminare gli elementi ostativi che possono bloccare questa progettualita. – aggiunge il presidente di UnindustriaQuesto è un aspetto fondamentale senno si corre rischio fallimento”.

LE SFIDE DI UNINDUSTRIA

Il Masterplan rappresenta le sfide che Unindustria assieme alle altre realtà datoriali e ai sindacati hanno individuato su temi come il rilancio dell’economia. Ma come Il cambiamento climatico, la sostenibilità, l’immigrazione, l’urbanizzazione e i cambiamenti demografici. Sfide su cui Unindustria vorrebbe cercare un confronto a livello internazionale.
Entro primavera 2019 vorremo presentare il Masterplan a un forum internazionale per fare di Roma un think tank per tutte le città. Renderlo permanente per avere un confronto annuale su cio’ che serve alle città, coinvolgendo le forze politiche e imprenditoriali. Il piano per ora e’ una bozza– puntualizza il presidente- e contiene alcuni esempi ma sta a alle forze politiche perfezionarlo. E’ importante che la politica faccia le sue valutazioni per capire se sono condivisibili perchè èlei che traccerà questi percorsi”.

La Regione lavora per valorizzare Roma, è uno dei core business del Consiglio e della Giunta. Concordo pienamente tutto ciò detto dal presidente Tortoriello, ma mi domando se non potremmo fare una nostra commissione dedicata a questo, per domandarci in che modo dobbiamo vivere la programmazione del territorio e il rapporto con Roma“, dichiara l’assessore allo Sviluppo economico del Lazio, Gian Paolo Manzella, intervenendo dopo la presentazione del Masterplan. “Forse– conclude Manzelladovremmo creare un organismo comune per stabilire le linee strategiche. Tutto ciò merita un approfondimento tra noi”.