Il Lazio riparte da Ebay: 3° in Italia per negozi on line

Il Lazio si conferma tra le regine dell'eCommerce su eBay e si classifica tra le regioni italiane che esportano di più. Terzo in Italia per negozi on line.

Il Lazio si conferma tra le regine dell’eCommerce su eBay e si classifica tra le regioni italiane che esportano di più. Secondo i dati del primo Barometro Export di eBay, azienda leader del commercio online con oltre 170 milioni di acquirenti attivi in tutto il mondo e oltre 35mila venditori professionali in Italia, di cui 7 su 10 attivi anche nell’export.

L’export si conferma quindi uno dei pilastri su cui il Lazio sta poggiando i processi di sviluppo e crescita. Lo si evince, soprattutto, dai dati elaborati dall’Istat e diramati oggi dallo stesso istituto. (Leggi Lazio regina dell’export: +17,2%).

LAZIO 3° IN ITALIA PER NEGOZI ONLINE

Il mese scorso proprio su thestartupper.it comunicammo che Il Lazio è la terza regione in Italia con più imprese on line. I 2078 negozi all’attivo sul web permettono, infatti, alla regione di conquistare il podio (seppure nel gradino più basso) della speciale classifica stilata grazie ad un’indagine condotta da Confesercenti sulla base dei dati camerali e dell’Osservatorio e – Commerce B2c del Politecnico di Milano. A guidare la classifica  del commercio online rimane la Lombardia, dove si concentrano 3.226 attività, quasi un quinto del totale nazionale, seguita dalla Campania con 2.204 unità. (leggi Il negozio? Nel Lazio lo apro on line: terzi in Italia)

ESPORTATO 1 MILIONE DI OGGETTI

“Nel periodo 2013-2017 i venditori laziali hanno esportato più di 1.1 milioni di oggetti, registrando una crescita negli ultimi cinque anni del 32%. A completare la classifica delle regioni leader nel commercio verso l’estero troviamo Campania, Lombardia, Emilia-Romagna e Puglia”. Ha comunicato in una nota eBay che riferisce anche che grazie ai maketplace online, esportare è più semplice.

EBAY: LIBERATE POTENZIALITA’ PMI

“La Tecnologia di Ebay ha liberato le potenzialità delle piccole imprese e e le ha rese più competitive rispetto alle aziende più grandi. Oggi, le aziende possono essere localizzate ovunque ed esportare a livello globale. La tecnologia sta riducendo gli ostacoli per entrare nei mercati globali dando alle PMI italiane accesso a prodotti e servizi che erano una volta destinati solo a grandi aziende, tra cui spedizioni, pagamenti internazionali e traduzioni“, commenta Sara Cendaroni, Head of trading di eBay in Italia, che aggiunge “il nostro obiettivo è proprio quello di aiutare sempre di più le aziende italiane a essere competitive sul mercato globale, dando loro accesso a oltre 170 milioni di potenziali clienti, con costo fisso per l’apertura di un negozio online veramente ridotto, meno caro di un cappuccino al giorno”.