Tintarella più cara, le stime di Federconsumatori

Federconsumatori stima un aumento dell'1% sui servizi balneari 2018. Ma in cambio ci saranno molti servizi in più. I lidi si stanno attrezzando con wi-fi e libri in prestito

Tintarella più cara. Aumentano dell’1% i prezzi dei servizi balneari nell’estate 2018, secondo la stima dell’Onf-Osservatorio Nazionale Federconsumatori. Cresce soprattutto il costo del lettino, della cabina e dell’abbonamento stagionale: colpa (o merito) dei nuovi servizi offerti dal consulente per l’abbronzatura alle vasche idromassaggio.

Ma un italiano un tre preferisce spiagge libere con la possibilità di noleggiare ombrelloni e sdraio. Solo uno su sei, invece, dichiara di usufruire del “classico” stabilimento balneare.

Tra i servizi di tendenza Federconsumatori segnala wifi, docce calde, bar, nursery, ma anche “servizio frigo”, libri in prestito, acquagym, giochi da tavolo e, in alcuni casi, aree attrezzate per gli amici a quattro zampe e dog sitter.

Non mancano in ogni caso opportunità di risparmio con promozioni che spaziano dal pranzo o l’aperitivo abbinato all’abbonamento giornaliero, fino all’happy hour (con ingressi scontati dopo le 16), all’ombrellone e alla cabina condivisi tra piu’ famiglie, agli eco-sconti per chi raggiunge la spiaggia in treno o in pullman o, ancora, alle tariffe ridotte per chi prenota il proprio ombrellone su Internet (con sconti del 16%).

.