Vinitaly, via all’edizione 52 e c’è molto Lazio

Presentata l'edizione numero 52 del Vinitaly. Ci sarà molto Lazio. Tutti i 28 appuntamenti nel Padiglione della Regione. I Cammini di Fede. Le scuole alberghiere presenti

C’è molto Lazio nella 52esima edizione del Vinitaly, il Salone internazionale del vino e dei distillati che si svolgerà a  Verona dal 15 al 18 aprile. Un’edizione che si svilupperà accanto al ‘Sol & Agrifood’, il Salone  internazionale dell’agroalimentare di qualità. Attesa la  partecipazione di 60 etichette vinicole del Lazio accanto a 9 aziende  legate alla produzione dell’olio.

L’annuale appuntamento è stato presentato, negli spazi del Centro Moby Dick, alla Garbatella, dal presidente della Regione Lazio Nicola  Zingaretti accanto all’assessore all’Agricoltura ambiente e risorse  naturali, Enrica Onorati, al Turismo e pari opportunità, Lorenza  Bonaccorsi, all’amministratore unico di Arsial Antonio Rosati

Si comincia il 15 aprile con i Fratelli Serva, attenti  interpreti della tradizione del territorio, capaci di proiettare  ingredienti ‘poveri’ alla ribalta mondiale, per poi proseguire il 16  con Dino De Bellis dell’Enoteca regionale di via Frattina. Martedì  atteso protagonista Antonello Colonna, lo chef che forse più di ogni  altro, a livello internazionale, interpreta l’essenza di Roma. Si  chiuderà il giorno successivo, con un cooking dedicato al cammino del  cibo, ‘Roma e Lazio a food experience’. 

Presenti, inoltre, nello spazio istituzionale (con padiglione  esclusivo di 1800 metri quadrati con la scenografia firmata da  Alessandra Carloni) anche una vetrina dedicata alla promozione  turistica del Lazio per far conoscere ai professionisti del settore  del vino in arrivo da tutto il mondo, il patrimonio di bellezze  storiche e paesaggistiche dei territori.

Dalle mappe dei Cammini di  Fede alle guide turistiche e naturalistiche, alle molte pubblicazioni  editoriali a tema. Tutti i giorni saranno proiettati anche i video  realizzati dall’Agenzia del Turismo della Regione Lazio.

Percorsi  ideali tra monumenti, opere d’arte e meraviglie paesaggistiche  all’interno dei quali cresce l’economia produttiva del Lazio. Tra  questi anche il video interamente dedicato al patrimonio di storia e  natura del comuni del Lazio colpiti dal sisma del 2016.

In tutto  saranno 28 gli appuntamenti in programma nel Padiglione Lazio.

Come ogni anno a rotazione in stage con Arsial saranno presenti a  Verona i ragazzi delle scuole alberghiere (Costaggini di Rieti, Scuola alberghiera di Viterbo, Vespucci di Roma, Celletti di Formia, San  Benedetto di Cassino), coinvolti in un contest a loro appositamente  dedicato (‘Il territorio in tavola’) che premierà con un buono premio  di 500 euro, la squadra che avrà saputo rappresentare e raccontare  meglio il proprio territorio.

.