Settemila posti di lavoro in arrivo

I numeri del sistema Excelsior di Unioncamere registrano un aumento de posti di lavoro in provincia di Frosinone. Nel periodo dicembre 2017-febbraio 2018 sono previsti 7.190 nuove assunzioni

Raffaele CALCABRINA
Per CIOCIARIA OGGI

In arrivo oltre settemila assunzioni. Nel mondo del lavoro qualcosa si muove.

A leggere i dati forniti dal sistema Excelsior di Unioncamere, in provincia di Frosinone per il trimestre dicembre 2017-febbraio 2018 sono previsti 7.190 nuovi posti di lavoro, di cui 1.480 nel solo mese di dicembre.

A trainare i dati del trimestre sono le assunzioni nei servizi (4.040) con 1.680 nei servizi alle persone e 1.160 nel commercio.

Nell’industria 3.160 opportunità, di cui 2.230 tra manifatturiero e società elettriche, del gas, dell’acqua e dell’ambiente.

Per le costruzioni 930 posti e per i servizi alle persone 810.

Ad assumere sono principalmente le imprese fino a 49 dipendenti (5.260 posti). A dicembre 520 assunzioni tra impiegati e professioni commerciali e nei servizi con 520 posti, di cui 420 riguardanti professioni qualificate nelle attività commerciali e nei servizi.

Per gli operai specializzati e i conduttori di macchine e impianti le opportunità del mercato del lavoro sono 470, quasi equamente ripartite fra le due categorie.

Nell’elenco sono inclusi anche 240 assunti tra gli impiegati, soprattutto nelle professioni tecniche (180) e altrettanti tra le professioni non qualificate. Di questi 1.480 nuovi posti il 16% è rappresentato da profili di alta abilità, il 35% di medio livello, mentre quasi la metà (48,5%) è data da figure a bassa specializzazione. Quasi la metà riguarda la produzione di beni ed erogazioni di servizi, il 62% dei quali a bassa specializzazione.

Con 340 assunzioni segue l’area commerciale, trainata dagli addetti alle vendite con 260. Se per gli addetti alle vendite l’87% ha un medio livello di abilità, per i 30 assunti per marketing, comunicazione e pubbliche relazioni decisiva è la competenza: il 97% possiede un’alta abilità.

Le 200 assunzioni nell’area tecnica e della progettazione sono per poco più della metà dovute a installazione e manutenzione con un basso livello di abilità. Nell’area della logistica si attendono 170 assunzioni, di cui 110 per trasporti e distribuzione. Anche qui prevale la bassa specializzazione. L’età o il genere possono essere due componenti nelle scelte delle aziende.

Secondo Excelsior il 31% delle assunzioni riguarda chi non ha compiuto trent’anni, mentre per il 34% l’età non è una pregiudiziale. Se per la quasi metà delle assunzioni il genere è indifferente, il 19% delle assunzioni è in rosa. I  giovani hanno campo libero per lo più nelle assunzioni come operai specializzati nelle industrie chimiche e della plastica (64%); facchini, corrieri e personale non qualificato nella logistica (58%); operai specializzati in altre attività industriali (50%); tecnici amministrativi, finanziari e della gestione della produzione (48%).

Le percentuali più basse di assunti tra gli under 30 sono degli operai specializzati e conduttori di impianti nelle industrie tessili, d’abbigliamento e delle calzature (3,8%) e tra il personale non qualificato nei servizi di pulizia e in quelli alle persone (11%). L’età non è un problema per il personale generico delle costruzioni (68%) e per gli assistenti sociali (60%).

La percentuale più alta di donne assunte arriva dagli operai specializzati, dai conduttori di impianti nelle industrie tessili, d’abbigliamento e delle calzature (61,5%) e dai tecnici della sanità, servizi sociali e istruzione (52,4%).

SCARICA DA QUI LA APP PER TUTTI I SERVIZI DI CIOCIARIA OGGI

Ciociaria Oggi