Mobili, elettrodomestici, ristrutturazioni: ecco come fare per avere il bonus nel 2019

Sono state prorogate al 31 dicembre 2019 le detrazioni fiscali fino al 50% che erano destinate esclusivamente agli interventi di ristrutturazione edilizia. Bonus anche per elettrodomestici e mobili. Come fare per usufruirne

Sono stati prorogati per tutto il 2019 i Bonus ristrutturazioni edilizie, mobili ed elettodomesitici.

Sono state prorogate al 31 dicembre 2019 le detrazioni fiscali fino al 50% che erano destinate esclusivamente agli interventi di ristrutturazione edilizia, con un limite massimo fissato a € 96000 per ogni unità immobiliare, quota che si dovrà rimborsare in 10 quote annuali. Si era prevista con la precedente legge di bilancio, una detrazione fiscale al 50% fino al 31 dicembre del 2018, che poi si sarebbe ridotta al 36% a partire dal primo gennaio 2019. Stando alle ultime notizie adesso, la detrazione rimarrà al 50% fino al prossimo 31 dicembre 2019.

Prorogato anche per il prossimo anno, il bonus mobili ed elettrodomestici che è valido per gli immobili che sono oggetto di ristrutturazioni. Ancora per un anno, dunque, si potrà godere della detrazione fiscale riguardante l’acquisto dei mobili e dei grandi elettrodomestici, perché questi appartengono una classe energetica elevata. Si potrà usufruire di agevolazioni che sono previste dal Bonus Mobili riguardanti l’acquisto di arredamento e di ogni genere nonché di elettrodomestici appartenenti alla classe energetica A e superiori. Il bonus ha un tetto massimo di spesa che ammonta a € 10. 000 per ogni appartamento.

Per avere l’agevolazione è indispensabile, quindi, realizzare una ristrutturazione edilizia, acquistare mobile ed elettrodomestici (e usufruire della relativa detrazione), sia su singole unità immobiliari residenziali sia su parti comuni di edifici, sempre residenziali.

La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche).

Per approfondimenti clicca qui