Manzella in Ciociaria: «Qui gli esempi di riconversione industriale da imitare»

L'assessore regionale allo Sviluppo del Lazio ha visitato gli impianti del gruppo Saxa Gres in provincia di Frosinone. "Esempi di riconversione industriale da imitare"

Con l’insediamento della nuova Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen si apre una nuova fase della politica europea. Parlare di ‘European Green Deal’, pensare alla Bei come Banca per il cambiamento climatico e lavorare da subito ad un ‘Piano per l’Economia circolare’ significa volere un’Europa ‘per’ l’ambiente, che vuole essere leader mondiale su questo tema. È una sfida per tutti noi ed ogni istituzione è chiamata ad un cambio di passo. Per questo sono contento di essere venuto ad Anagni e Roccasecca a visitare Saxa Gres e Grestone, due esempi di economia circolare che sono oramai un modello: capitali stranieri, sostegno della Regione e dello Stato, nuove tecnologie per il riciclo di materiali, rilancio di siti industriali dismessi e mantenimento dei livelli occupazionali. Una bellissima esperienza che va sostenuta ancora, al fine di permetterle di raggiungere il suo potenziale e di rappresentare, anche a livello internazionale, un caso di successo per la nostra regione ed un volano per l’attrazione di ulteriori investimenti. Avanti così, quindi”. 

Lo ha sostenuto l’assessore allo Sviluppo della Regione Lazio Gian Paolo Manzella a margine della sua visita di ieri mattina agli stabilimenti di Roccasecca e Anagni del gruppo industriale Saxa Gres.

Il gruppo sta infatti realizzando il primo eco distretto della ceramica Green nel Lazio. Il caposaldo è lo stabilimento di Anagni, ex Ceramiche Marazzi, riconvertito nella produzione di grès porcellanato da esterni attraverso una formula “green” che punta sui principi della circular economy con il riuso dei materiali, trasformati in nuova materia prima. Nello stabilimento Saxa Grestone di Roccasecca ex Ideal Standard, invece, si producono sampietrini in pietraceramica. 

Ad Anagni, accompagnato dal presidente di Saxa Gres Francesco Borgomeo, Manzella ha potuto visionare la nuova produzione di arredi per piazze e strade realizzati in gres porcellanato mentre a Roccasecca, dove la produzione di sanpietrini è già iniziata, l’assessore ha potuto constatare la realizzazione del primo step di trasformazione dell’impianto ex Ideal Standard riconvertito salvando tutti i posti di lavoro. Francesco Borgomeo ha poi annunciato che a breve nascerà una nuova linea per la produzione di piastrelle “spessorate”.

Saxa Gres è stata finanziata dalla Regione Lazio con 4 milioni di euro del contratto di sviluppo e con 756mila euro nell’ambito dei bandi per la reindustrializzazione cui sono stati destinati 108 milioni per 294 progetti. Entrambe le misure sono state finanziate con fondi europei.

Il gruppo, inoltre, è membro della neonata “Comunità degli Innovatori” lanciata lo scorso 4 luglio dalla Regione Lazio per promuovere il contatto tra mondo della ricerca e dell’impresa e favorire l’affermarsi di innovazione nel nostro tessuto imprenditoriale.