Lazio, ecco la graduatoria per i contributi al Cinema

La Regione Lazio pubblica le graduatorie 2018 per i finanziamenti al cinema. Sono 139 i progetti ammissibili su quasi 190 che sono stati presentati.

Via libera alle graduatorie  delle istanze 2018 ammissibili ai contributi per lo sviluppo e la  qualificazione delle attività cinematografiche. Sono state rilasciate dalla Regione Lazio nell’ambito dell’impegno per la promozione e la valorizzazione del  patrimonio audiovisivo.

Su 186 domande pervenute, fa sapere la  Regione, sono 139 i progetti di rassegne e festival cinematografici e  dell’audiovisivo individuati su tutto il territorio del Lazio e  co-finanziati dalla Regione per il 2018, per un importo complessivo di euro 770mila euro.

I progetti coinvolgono sale cinematografiche indipendenti, circuiti di associazioni, scuole, biblioteche, case circondariali, archivi di  storia del cinema e includono laboratori, workshop, seminari, incontri e mostre.

La Regione Lazio comunica tuttavia che, per effetto del  decreto del Mise n. 115 del 31 maggio 2017, gli aiuti concessi in  regime ”de minimis” devono essere registrati nel Registro nazionale  aiuti prima della loro concessione, ottenendo un apposito codice  ”Cor” rilasciato a conclusione delle verifiche propedeutiche alla  concessione.

Pertanto la graduatoria delle istanze non costituisce  provvedimento di formale concessione del contributo proposto né  attribuisce diritti soggettivi in capo agli interessati, essendo  l’effettiva concessione demandata a successivo provvedimento che verrà adottato a conclusione delle verifiche e registrazioni previste dalle  vigenti disposizioni in materia.

“Con l’ultima annualità 2018 del sostegno regionale alla promozione e  alla valorizzazione del patrimonio audiovisivo abbiamo toccato il  numero complessivo di oltre 400 progetti sostenuti in questi anni  dalla giunta, oltre 400, tra rassegne, festival, laboratori sparsi per tutto il Lazio – dichiara Lidia Ravera assessore alla Cultura e  politiche giovanili della Regione Lazio- Grazie a questo avviso  annuale si è potuto garantire nel tempo la continuità del sostegno e  la progettualità delle manifestazioni per le associazioni e gli  istituti coinvolti”.