Ilva, Capobianco presenta l’offerta vincolate per l’acquisto

L'ingegner Giulio Capobianco ha depositato l'offerta di acquisto per la Ilva di Patrica. Interessato già da due anni, a ottobre aveva investito in Romania

La nuova settimana sarà decisiva per il futuro dell’Ilva di Patrica. La società del Demi Engeenering, dell’ingegnere Giulio Capobianco di Isola del Liri ha presentato l’offerta per l’acquisto dello stabilimento di via Morolense. Offerta vincolante che è al vaglio sia del Ministero dello Sviluppo Economico che del notaio incaricato. E’ attesa a giorni la decisione.

Si spera nel via libera che possa portare a nuova industrializzazione e lavoro nel territorio ciociaro. L’ingegner Capobianco aveva già manifestato l’interesse per la struttura giù un paio di anni fa. (leggi qui Vertice al ministero: Demi Engineering conferma «Vogliamo la Ilva di Patrica»). Nello scorso mese di ottobre, stanco di aspettare la burocrazia italiana, aveva deciso di investire in uno stabilimento che si trova in Romania. (leggi qui Capobianco gela tutti: «Ilva di Patrica? Alla fine ho comprato in Romania»).

La Demi Engeenering punterebbe tra le altre cose al settore nautico, con la produzione di portelloni di carico per le navi.

L’Ilva di Patrica è chiusa da anni con i circa 70 ex addetti in mobilità in deroga. Sognano di tornare al lavoro.