Guido d’Arabia: Confimprese firma l’intesa con il Delta Center di Tunisi

ConfimpreseItalia sbarca in Tunisia. Lo fa firmando un'intesa con il Delta Center di Tunisi. Con l'obiettivo di implementare lo sviluppo della strategia di internazionalizzazione delle proprie imprese aderenti. Presente alla firma anche la Camera di Commercio di Frosinone

Con la firma di un protocollo di intesa per l’apertura di un punto di assistenza tecnica per le imprese associate presso il centro d’affari Delta Center di Tunisi, Confimprese Italia, (Confederazione italiana della Micro, Piccola e Media Impresa) sbarca in Nord Africa. Implementa così lo sviluppo della strategia di internazionalizzazione delle proprie imprese aderenti.

«E’ importante per le aziende italiane essere presenti in Tunisia» ha sottolineato il presidente di Confimprese Italia, Guido D’Amico, aggiungendo che «esse possono dare un’importante contributo per lo sviluppo non solo della Tunisia, ma di tutto il Nord Africa».

La firma dell’accordo è arrivata dopo la partecipazione di Confimprese al Forum economico internazionale “Futurallia Tunisia“, recentemente conclusosi a Tunisi, al quale hanno preso parte ben 18 aziende italiane, tra le quali: Elcom, Campana Italia, Germanetti, Stc, Softlab, Sideralba, Panatta Sport, Mosci, Alessi, Ariston Thermo, I.C.M., Grifoflex, Consorzio Imprenditaly, Elsagest.

Hanno presenziato alla cerimonia di firma tra Confimprese e il Delta Center di Sandro Fratini, l’ambasciatore d’Italia in Tunisia, Lorenzo Fanara, che ha rimarcato il suo costante impegno a sostegno delle aziende italiane nel Paese; la direttrice dell’Istituto per il Commercio con l’Estero Donatella Iaricci e il presidente della Camera di Commercio di Frosinone, Marcello Pigliacelli.

«È interesse di Confimprese sviluppare questi mercati e creare sinergie che portino a un miglioramento delle capacità produttive delle aziende italiane e tunisine» ha dichiarato D’Amico, aggiungendo che «prossimamente Delta Center e Confimprese, che rappresenta oltre 60 mila aziende, organizzeranno una serie di iniziative in Italia per far conoscere alle imprese sul territorio italiano tutte le possibili opportunità presenti nel continente africano, nei settori della produzione di energia da fonti rinnovabili, dell’agricoltura, della meccanica, delle costruzioni, della robotica e dell’aeronautica».