Da Frascati a Verona per portare al Vinitaly il suo gelato al vino

Ha inventato il gelato al vino. Dimostrando che non è un accostamento azzardato. E il Vinitaly di Verona rende merito al maestro gelataio di Frascati

Prendi il gelato e mettici i migliori vini del Lazio. Il risultato e’ un gusto irresistibile da assaggiare con la mitica serpetta di Monteporzio. Un’intuizione vincente venuta a Dario Rossi, uno dei gelatieri piu’ famosi della Regione che ha aperto il suo regno a Frascati. È qui che propone il gelato al vino, che oggi ha preparato per il pubblico del padiglione Lazio al Vinitaly e anche per il presidente della Regione, Nicola Zingaretti.

«L’idea nasce dall’amore per il territorio. Frascati e’ ricca di vitigni e io ho deciso di mettere la mia arte al servizio dei prodotti del Lazio– racconta all’agenzia Dire Dario Rossi e cosi’ posso creare qualsiasi tipo di gelato al vino“.

Non e’ facile mettere a punto il gusto perfetto, “per i dolci siamo abituati a vini del meridione, soprattutto della Sicilia, perche’ molto aromatici. Io ho dovuto riequilibrare tutte le mie ricette per esaltare al massimo il sapore di vini come il Frascati e il cannellino“.

E allora l’incontro con i produttori del Lazio era inevitabile, con Roberto Rotelli, patron di Casale Mattia e presidente della Strada dei vini dei Castelli romani, a fare da apripista: “L’obiettivo della Strada dei vini dei Castelli Romani e’ anche quella di valorizzare i prodotti che abbiamo sul territorio– dice Rotelli- e Dario Rossi rappresenta una bella unione di sapori. Abbiamo iniziato con la mia azienda e poi abbiamo allargato a tutti i prodotti del territorio“.