Ecco perché è stato scelto Enrico Capuano per guidare la Cisl

Alla fine hanno avuto un peso decisivo le componenti e le anime interne. Un sottile gioco di squadra e di equilibri ha portato Enrico Capuano sul ponte di comando della Cisl provinciale di Frosinone. È lui l’erede di Enrico Coppotelli, il segretario troppo giovane e brillante per essere lasciato a guidare una federazione di provincia. E catapultato nelle settimane scorse a Roma per diventare il prossimo segretario regionale Cisl del Lazio, raccogliendo l’eredità dell’uscente Paolo Terrinoni.

L’erede naturale

L’elezione di Enrico Capuano è avvenuta nel pomeriggio. Cinquantasette anni, sposato e padre di un figlio, ex ferroviere è sindacalista del Settore Trasporti. Dal 2016 ha lavorato fianco a fianco con Enrico Coppotelli: anche per questo, molti lo hanno ritenuto la scelta naturale per sostituire il neo Segretario Regionale della CISL del Lazio. 

Sindacalista esperto, pragmatico, felpato: nelle trattative resta sempre calmo, quasi sornione. Nel 2016 Enrico Coppotelli lo vuole fortemente al suo fianco, gli affidò la zona di Cassino: ovvero una Cisl nella Cisl. Infatti, per numeri il Cassinate pesa tanto quanto Frosinone all’interno della Cisl, se non di più.

Una prova che Capuano ha portato a termine centrando tutti gli obiettivi. Anche per questo oggi il Consiglio Generale gli ha tributato un consenso praticamente unanime: nessuno contrario, solo cinque schede bianche, una delle quali è stata 1 la sua.

Segretario nella continuità

A guidare il processo di successione senza scossoni è stata la diplomazia interna. Pesando gli umori e le indicazioni, gli equilibri e le strategie. A rendere tutto più agevole è stato il fatto che Enrico Capuano sarà un segretario nel segno della continuità. 

A completare la Segreteria Provinciale sono Alessandra Romano, con le funzioni di Segretario Generale Aggiunto, proveniente dal Settore Scuola. E Pasquale Legnante, Segretario Provinciale, proveniente dal Settore Cartario.

Finisce così la gestione di Enrico Coppotelli: è stato il Segretario Generale più breve nella storia della Cisl della Provincia di Frosinone. Coppotelli è rimasto in carica solo 2 anni: nulla rispetto agli 11 anni del suo predecessore Pietro Maceroni e, prima di lui, ad addirittura 12 anni per Romano Fratarcangeli.

Troppo brillante per rimanere alla guida di una federazione provinciale.