Sisma 2018, ecco il bando per le imprese

Quasi 5 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Lazio per le imprese che realizzino investimenti produttivi nell’Area del Cratere Sismico

Contributo a fondo perduto fino a € 200.000,00 per le imprese che realizzino o abbiano realizzato, a partire dal 24 agosto 2016, Investimenti produttivi nei territori delle Regioni Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria colpite dal sisma del centro Italia.

La Regione Lazio mette a disposizione € 4.802.000 – con una quota di risorse di € 480.200 destinata a imprese operanti nei settori dell’agricoltura primaria della pesca e dell’acquacoltura – per le imprese che realizzino investimenti produttivi nell’Area del Cratere Sismico.

È possibile ottenere un contributo a fondo perduto fino al 50 % della spesa ammessa, fino ad un massimo di € 200.000,00.

Con questo intervento la regione intende sostenere, in attuazione a quanto previsto dall’art 20 del D.L. n. 189 del 17 ottobre 2016 e dal D.M. 10 maggio 2018, la ripresa e lo sviluppo del tessuto produttivo dell’area colpita dagli eventi sismici dell’agosto e ottobre 2016 e del gennaio 2017, tramite la concessione di aiuti alle imprese che realizzino, ovvero, abbiano realizzato, investimenti produttivi a partire dal 24 agosto 2016.

Il Contributo è concesso a fronte dell’effettuazione di nuovi investimenti produttivi, anche finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità produttive esistenti. 

Le Spese Ammissibili devono riferirsi all’acquisto e alla realizzazione di attivi materiali o immateriali, come definiti nell’art. 2 del Reg. (UE) n. 651/2014, nella misura necessaria alla realizzazione del Progetto di investimento presentato. Inoltre, per le sole PMI, sono ammesse spese relative all’acquisizione di servizi di consulenza connessi al Progetto di investimento presentato.

Sono ammissibili a Contributo i Progetti di investimento che presentano Spese Ammissibili non inferiori a 20.000 euro.

Per i dettagli clicca qui