Anagni, nuova commessa per Leonardo: elicotteri per il Qatar

La commessa di 28 elicotteri NH90 per il Qatar avrà importanti ricaduto sugli stabilimenti Leonardo in provincia di Frosinone. Iacobucci Aerospace: prorogata la cassa straordinaria. I dubbi su Biomedica. Valeo non prevede esuberi

Buone notizie per il mondo del lavoro. È finalmente esecutivo l’atteso contratto per la fornitura di 28 elicotteri medi bimotore multiruolo NH90 al Ministero della Difesa del Qatar da parte del gruppo Leonardo che in Ciociaria ha due sedi operative a Frosinone e Anagni. La notizia è stata resa nota da Leonardo che ha aggiunto di aver iscritto l’ordine in portafoglio ed incassato l’anticipo relativo all’accordo commerciale. Accordo da 3 miliardi di euro.

 

La conferma arriva anche dal segretario provinciale Fim Cisl, Fabio Bernardini. «Ogni commessa presa ha ricadute su Anagni e Frosinone per quanto riguarda le parti rotoriche. In sostanza parliamo di parti rotanti, pale, mozzi, forcelloni, sia coda che principale. Un accordo importante. Non si prevedono al momento assunzioni, ma il lavoro ci sarà e consentirà alle due fabbriche di non dover ricorrere ad esuberi di personale».

 

Iacobucci, Cigs prorogata

Ma non è l’unica novità in ambito occupazionale in Ciociaria. Buone notizie arrivano anche dalla Iacobucci Aerospace di Ferentino, leader nella componentistica per aerei. L’azienda sembra aver ripreso un po’ di fiato e ci sarà la proroga della Cigs per un anno.

Si avrà la rotazione per 80 di circa 170 dipendenti e la cassa integrazione straordinaria in deroga partirà dal prossimo 30 agosto. La proprietà aveva dichiarato alcuni esuberi che quindi grazie alla proroga degli ammortizzatori sociali non ci saranno. Nessun licenziamento previsto.

 

I dubbi su Biomedica

Sempre a Ferentino cresce l’attesa per il futuro della Biomedica Foscama e di circa 100 lavoratori. Il 13 settembre la fabbrica tornerà in possesso del curatore fallimentare che dovrà decidere sul futuro. Probabile un bando pubblico per la vendita del sito.

Non sono previsti esuberi al momento neanche tra i circa 100 lavoratori della Valeo di Ferentino che a dicembre vedranno scaduta la cassa integrazione. Si profila una proroga di un anno. A settembre il Governo inoltre riferirà sui fondi per la mobilità in deroga ad oltre 1000 ciociari per il 2019 grazie al riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa.